L'Associazione Italia Langobardorum

  • Stampa

 

L’Associazione Italia Langobardorum è la struttura che gestisce il sito “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”. E’ nata nel 2008 ed ha sede presso il Comune di Spoleto. E’ costituita dai Comuni di Benevento, Brescia, Campello sul Clitunno, Castelseprio, Cividale del Friuli, Monte Sant’Angelo, Spoleto, dalla Fondazione CAB-Istituto di cultura Giovanni Folonari e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il Consiglio di amministrazione è costituito da un delegato di ciascun ente.

La Presidenza è ricoperta a rotazione da uno dei delegati dei 7 Comuni e ha la durata di due anni.

L’Associazione non ha scopo di lucro e si occupa di avviare, coordinare e monitorare le azioni di rete relative alla valorizzazione, promozione e sensibilizzazione del sito UNESCO.

 

 

 

 

 

L’Associazione è l’unico soggetto titolato a fruire delle misure finanziarie previste dalla Legge 20 febbraio 2006 n. 77 e destinate alla tutela, gestione, fruizione e valorizzazione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale, posti sotto la tutela dell’UNESCO.

Dal 2011 ad oggi, l’Associazione ha partecipato e ha vinto sei bandi della Legge 77/2006 ricevendo il massimo del finanziamento, con i seguenti progetti:

2011 - i Longobardi: un patrimonio comune alle radici della nostra cultura;

2012 - Progetto didattico-formativo per insegnanti con strumenti didattici innovativi per l’educazione dei giovani ai valori della cultura dei Longobardi;

2013 - Progetto didattico per alunni e insegnanti attraverso modalità classiche e multimediali per la diffusione dei valori della cultura dei Longobardi;

2014 - A tavola con re Rotari. Cultura e alimentazione dei Longobardi come paradigma per l’integrazione di popoli attraverso modalità classiche e multimediali;

2015 - I Longobardi dallo scavo archeologico ai banchi scuola;

2016 - Longobardi “in vetrina”. Scambi e condivisioni tra musei per valorizzare il patrimonio longobardo;

2017 - Toccar con Mano i Longobardi.

 

  logo L77