1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

Articoli

Ultimo incontro del corso di formazione “Trame e tessiture Longobarde” a Monte Sant'Angelo con la professoressa Scortecci dell’Università di Perugia

Quinto e ultimo appuntamento per il corso di formazione “Trame e tessiture Longobarde”. Venerdì 16 maggio 2014, alle ore 15.30, presso la Sala conferenze della Biblioteca comunale “C. Angelillis”, l’incontro con la professoressa Donatella Scortecci dell’Università degli Studi di Perugia, dal titolo"La costruzione di una candidatura UNESCO: dai criteri di eccezionalità delle linee guida al dossier del sito seriale Italia Langobardorum. Centri di potere (568-774 d.C.)".

Il corso di formazione - finalizzato ad approfondire le conoscenze e la consapevolezza sulla civiltà dei Longobardi – è stato promosso dall’Associazione Italia Langobardorum e dall’Assessorato ai Beni e alle attività culturali della Città di Monte Sant’Angelo e rientra nelle “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale paesaggistico e ambientale, inseriti nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO – Legge 77 EF 2012).

Dopo gli incontri con il professor Giorgio Otranto e la professoressa Ada Campione dell'Università degli Studi di Bari, l'incontro con la professoressa Amalia Galdi dell'Università di Salerno, al quinto e ultimo appuntamento relazionerà la professoressa Donatella Scortecci dell'Università degli Studi di Perugia.

 

DONATELLA SCORTECCI è titolare degli insegnamenti di Archeologia Medievale e di Archeologia Cristiana (L-ANT/08) presso il Dipartimento di Lettere dell’Università degli Studi di Perugia dove ricopre il ruolo di professore associato. Oltre a svolgere attività didattica per i corsi triennali di Beni culturali e specialistici di Storia dell’Arte e di Archeologia, conduce attività didattica sul campo, con la direzione scientifica di regolari cantieri di scavo. Attualmente dirige gli scavi presso il sito incastellato di Torre Certalda di Umbertide (PG) e presso il centro romano di Attidium (Fabriano-AN).

Oltre a condurre ricerche in ambito storico-archeologico, architettonico, urbanistico, storico artistico -con l’organizzazione e la partecipazione a numerosi convegni di studio, nazionali e internazionali - a partire al 2007 è stata particolarmente impegnata nella pubblicazione del Dossier di Candidatura UNESCO Italia Langobardorum. Centri del potere e di culto(568-774 d.C.). UNESCO World Heritage List Dossier di Candidatura, di cui è coordinatore scientifico e autore di parte dei testi.

Ha inoltre ricoperto incarichi scientifici, sia nell’ambito di strutture universitarie e para-universitarie, sia in collaborazione con Enti pubblici come la Provincia di Perugia relativamente alla elaborazione del Progetto scientifico del giardino archeologico presso il monastero di San Secondo all’isola Polvese, dove ha diretto una importante campagna di scavo.

corso Longobardi3