1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

Trame Longobarde a Campello sul Clitunno

TRAME LONGOBARDE. TRA ARCHITETTURA E TESSUTI
10/10/2020 – 20/02/2021 PALAZZO CASAGRANDE- CAMPELLO SUL CLITUNNO


Continuano le celebrazioni per il decennale del sito seriale “I longobardi in Italia” come Patrimonio Mondiale UNESCO, con la mostra itinerante “Trame Longobarde. Tra Architettura e Tessuti” che inaugurata domenica 10 ottobre a Palazzo Casagrande di Campello sul Clitunno (PG), dopo le numerose tappe a: Spoleto, Monte Sant’Angelo, Brescia, Cividale del Friuli Napoli e Campobasso.


La mostra-dossier, realizzata dal Comune di Spoleto nel 2013 e finanziata dalla Regione Umbria, L.R.24/2003 “Sistema museale regionale”, è stata ampliata e arricchita grazie ai contributi dell’Associazione Italia Langobardorum e del Ministero della Cultura, L. 77/2006 per i siti UNESCO Italiani. 
Partendo da un lavoro che ha intrecciato insieme dati scientifici e ricostruzioni plausibili, la mostra-dossier intende proporre un’accurata lettura delle tecniche antiche di tessitura attraverso la ricostruzione di tessuti, abiti e telai verosimilmente in uso tra VI e VIII secolo d.C. La ricostruzione dei tessuti e degli abiti, in particolare, rappresentano il filo conduttore che ci porta a conoscere più da vicino il popolo Longobardo partendo da quelli che erano gli oggetti e i manufatti che sono parte integrante della vita quotidiana.
Tutti gli abiti sono stati realizzati per una metà con tessuti fatti rigorosamente a mano su telai orizzontali a licci riproducendo esattamente il numero dei fili di ordito e trama presenti al cm, nonché lo spessore degli stessi fili e le torsioni. Considerando che verosimilmente tali tessuti venivano realizzati da donne in ambito domestico sono state ipotizzate delle altezze del tessuto abbastanza ridotte e compatibili con telai verticali, a pesi o a doppio subbio, utilizzati nel periodo di riferimento. L’altra metà degli abiti è stata realizzata impiegando una tela di cotone industriale proprio per sottolineare che il modello dell’abito riproposto è il frutto di contaminazioni scientifiche e di elaborazioni dei curatori.
La tessitura, i costumi, gli accessori e le armi sono stati prodotti dai detenuti della Casa di Reclusione di Spoleto, sez. dell’IIS Sansi-Leonardi-Volta di Spoleto.
L'Associazione Italia Langobarodurm costituita nel 2009 è la struttura di gestione del sito, non ha scopo di lucro e si occupa di progettare, coordinare e monitorare le azioni di rete relative alla valorizzazione, promozione e sensibilizzazione del sito UNESCO.
Il Sito seriale "I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)", iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale il 25 giugno 2011, include Cividale del Friuli, Brescia, Torba-Castelseprio, Campello sul Clitunno, Spoleto, Benevento e Monte Sant’Angelo e comprende le più importanti testimonianze monumentali longobarde esistenti sul territorio italiano, dal nord al sud della Penisola, laddove si estendevano i domini dei Ducati Longobardi. I beni compresi nel Sito, selezionati ognuno per la propria tipologia, rappresentano i modelli più significativi o meglio conservati tra le testimonianze diffuse sul territorio nazionale e rispecchiano l’universalità della cultura longobarda nel momento del suo apice.

245565993_6488345544524007_9186183983067700336_n_copia.jpg

 


INFO: Mostra “Trame Longobarde. Tra Architettura e Tessuti”
Inaugurazione: Domenica 10 Ottobre ore 15.30
Indirizzo: PALAZZO CASAGRANDE, Via Nicola Landi 4, Campello sul Clitunno (PG)
Orario: Martedì 10-13; Mercoledì e Giovedì 15-18
Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per maggiori informazioni: www.longobardinitalia.it – www.longobardinvetrina.it
Facebook/Instagram/Youtube “Longobardinitalia”
#Longobardi #Longobardinitalia #DecennaleLongobardi #LongobardiUNESCO10
Ufficio Stampa ADD Comunicazione ed Eventi: Michela Federici – Giornalista -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.addcomunicazione.it